Loading...
Menu

WBS – la Work Breakdown Structure e la scomposizione del lavoro. 1/3

Home / Ambito / WBS – la Work Breakdown Structure e la scomposizione del lavoro. 1/3

WBS un modello di scomposizione del progetto

Nell’ambito del Project Management dopo aver chiarito cosa deve essere realizzato dal progetto e cosa non è di competenza di esso, occorre dettagliare sia le attività da svolgere sia quanto deve essere realizzato.
Per fare ciò si utilizza un modello di scomposizione noto come Work Breakdown Structure o semplicemente WBS. Elaborata per la prima volta negli anni ’60 dalla NASA nell’ambito del programma Apollo, la WBS è divenuta un caposaldo del Project Management in quanto esplicita in modo strutturato il lavoro che deve essere eseguito per realizzare i prodotti o servizi richiesti.
Questo modello, nonostante sia relativamente recente, basa i suoi principi su concetti filosofici elaborati già da Cartesio che, nella regola dell’analisi del suo “Discorso sul metodo”, affermava la necessità di dividere ogni difficoltà in tante piccole parti per meglio risolverle.
Infatti, l’idea sottostante alla WBS è che un progetto diventa più gestibile se è scomposto in sotto-progetti o in parti di dimensione minore con un livello di complessità inferiore.
Il primo passo da compiere per eseguire una scomposizione del lavoro progettuale è individuare una logica in base alla quale semplificare le attività. Anche se è possibile adottare svariate classificazioni basate su criteri differenti (competenze, tempo di realizzazione, etc.), la logica che spesso viene adottata è quella di classificare le attività per natura, sulla base delle loro caratteristiche, degli skill necessari o delle tecnologie necessarie per realizzarle (ad es. marketing, progettazione ecc.).
Una volta individuate tutte le attività che compongono il progetto queste vengono formalizzate tramite una rappresentazione grafica (Fig.1.) che consente una maggiore leggibilità e comprensibilità della scomposizione e dei vari elementi derivati.
Ne deriva una tipica forma ad albero rovesciato (Fig.1), inizia dalla “radice” (che rappresenta l’unica macro-attività), fino a giungere al Work Package (pacchetto di lavoro) che corrisponde al componente di livello più basso della WBS.

work breakdown structure

WBS e le diverse forme grafiche di rappresentazione

Anche se di solito la WBS viene rappresentata in questa forma grafica, ci sono tuttavia altri modi per raffigurarla, si può utilizzare una forma tabellare o una struttura ad indice; in ogni caso, qualunque sia la scelta occorre tener presente che la WBS serve a comunicare agli stakeholder cosa è contenuto nel progetto e pertanto, la sua forma di rappresentazione dovrà essere concepita e sviluppata in maniera chiara tenendo conto che deve essere facilmente leggibile e comprensibile anche ai neofiti.
A tal fine ricordiamo che per sviluppare una valida WBS è necessario seguire delle regole che consentiranno una sua corretta definizione e garantiranno che questa conterrà tutti e soltanto i lavori necessari per realizzare il progetto.
Queste regole sono: ogni elemento deve essere identificato numericamente in modo univoco per evitare duplicazioni di attività e facilitare l’individuazione; il livello 0 deve essere costituito da un solo elemento che corrisponde al nome del progetto; il livello 1 deve contenere più di un elemento, se così non fosse questo livello sarebbe composto di un solo elemento corrispondente all’intero progetto; gli elementi al livello più basso devono descrivere le attività da svolgere, questi elementi sono i pacchetti di lavoro o work package o WP; gli elementi P1,P2,…Pn in cui sarà suddiviso l’elemento P devono corrispondere a tutto (e solo) il lavoro che deve essere sviluppato per realizzare “P”, in caso contrario si realizzerebbero due situazioni in conflitto con la definizione della WBS, ovvero, una situazione in cui il lavoro descritto sarebbe in eccesso oppure la situazione in cui non sarebbe descritto tutto il lavoro necessario per realizzare “P”.
Questa è una delle più importanti regole della WBS ed è nota come «Regola del 100%», che recita: “la WBS deve includere tutto il lavoro progettuale, senza escludere nulla, e tutto il necessario alla sua realizzazione”

Di questo argomento se ne parlerà ampiamente nei nostri corsi di formazione.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI ? CONTATTACI
SEI INTERESSATO AD UN CORSO DI FORMAZIONE ? SCOPRI I NOSTRI CORSI SU UIDOO

WBS

work breakdown structure

Comments(0)

    Leave a Comment