Loading...
Menu

Rating di legalità

Home / Concetti di base / Rating di legalità

RATING DI LEGALITÀ: COS’È, QUALI SONO I VANTAGGI E COME RICHIEDERLO

Cos’è il rating di legalità?
Il rating di legalità è uno strumento sviluppato nel 2012 dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) – in accordo con i Ministeri degli Interni e della Giustizia – allo scopo di premiare le aziende che operano secondo i principi della legalità, della trasparenza e della responsabilità sociale.
Il livello di rating di legalità è convenzionalmente espresso in “stellette” utilizzando una scala composta da 1 a 3 stelle.
Rating di legalità
Quali sono i vantaggi.
L’obiettivo principale del rating di legalità è quello di conferire alle imprese virtuose un titolo ufficiale che consente loro di ottenere dei vantaggi in sede di concessione di finanziamenti pubblici e agevolazioni per l’accesso al credito bancario.
Tra i diversi benefici ricordiamo: un punteggio maggiore negli appalti, una corsia preferenziale sui mutui e la riserva di quote delle risorse finanziarie disponibili. Inoltre le banche devono tenere conto del rating di legalità attribuito all’ impresa nel processo di istruttoria ai fini di una riduzione dei tempi e dei costi per la concessione dei finanziamenti e le pubbliche amministrazioni dovranno considerare il rating ottenuto dall’impresa in sede di predisposizione dei provvedimenti di concessione di finanziamenti.
Rating di legalità
Come richiedere il rating.
Possono richiedere l’attribuzione del rating le imprese operative in Italia iscritte al registro delle imprese da almeno due anni e che abbiano raggiunto un fatturato minimo di 2 milioni di euro nell’esercizio chiuso l’anno precedente alla richiesta di rating.

Una ‘stelletta’
Per ottenere il rating “di base” (una stella) occorre che l’azienda abbia alcuni requisiti minimi, alcuni di questi sono: che l’imprenditore e gli altri soggetti rilevanti ai fini del rating (rappresentante legale, amministratori, soci, ecc.) non sono destinatari di misure di prevenzione e/o cautelari, sentenze/decreti penali di condanna, sentenze di patteggiamento per reati tributari e/o per reati ex d.lgs. n. 231/2001; che nei confronti dell’impresa non è stato disposto il commissariamento; che l’impresa non è destinataria di sentenze di condanna né di misure cautelari per gli illeciti amministrativi dipendenti dai reati di cui al citato d.lgs. n. 231/2001; l’impresa non dovrà essere stata condannata per illeciti antitrust gravi, per mancato rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per violazioni degli obblighi retributivi, contributivi, assicurativi e fiscali nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori. L’impresa dovrà inoltre dichiarare di non essere destinataria di provvedimenti sanzionatori dell’ANAC di natura pecuniaria e/o interdittiva e che non esistano preclusioni alla stipula di contratti con la Pubblica amministrazione o alla partecipazione a procedure di gara o di affidamento di contratti pubblici.
Rating di legalità
Da due a tre ‘stellette’
Il regolamento prevede ulteriori requisiti che, se rispettati, garantiranno alle imprese un punteggio superiore. Alcuni di questi requisiti sono:
– utilizzare sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge;
– adottare una struttura organizzativa che effettui il controllo di conformità delle attività aziendali a disposizioni normative applicabili all’impresa o un modello organizzativo ai sensi del d.lgs. 231/2001;
– adottare processi per garantire forme di Corporate Social Responsibility;
– di aver adottato modelli organizzativi di prevenzione e di contrasto della corruzione.
Rating di legalità
Qual è la durata del rating?
L’Autorità, sulla base delle dichiarazioni delle aziende che verranno verificate attraverso accurati controlli, attribuirà un rating che avrà un range tra un minimo di una ‘stelletta’ a un massimo di tre ‘stellette’.
Il rating ha durata di due anni dal rilascio ed è rinnovabile su richiesta. In caso di perdita di uno dei requisiti base, necessari per ottenere una stelletta’, l’Autorità dispone la revoca del rating. Se vengono meno i requisiti grazie ai quali l’azienda ha ottenuto un rating più alto l’Antitrust riduce il numero di stellette.
L’Autorità manterrà aggiornato sul proprio sito l’elenco delle imprese cui il rating di legalità è stato attribuito, sospeso o revocato.

Rating di legalità
Free Vectors by Vecteezy!


Leggi anche

LA QUADROLOGICO FORNISCE CONSULENZA E ASSISTENZA PER LA PREDISPOSIZIONE DEL
MODELLO ORGANIZZATIVO PREVISTO DAL D.LGS. 231/2001
ED È IN GRADO DI SEGUIRTI NEL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE
DELLA ISO 37001, ISO 45001 e SA 8000

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SU COME SVILUPPARE UN MODELLO 231 O SULLE NOSTRE ATTIVITÀ DI CONSULENZA?

CONTATTACI

Per un preventivo gratuito o per parlare con uno dei nostri consulenti

SAREMO LIETI DI INCONTRARTI

Nome *

Cognome *

E-mail*

Tel.*

Messaggio*

 Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa privacy

Leggi l'informativa in materia di privacy

Comments(0)

    Leave a Comment