Loading...
Menu

Il Modello PDCA e il miglioramento continuo della qualità

Home / Strumenti e Tecniche / Il Modello PDCA e il miglioramento continuo della qualità

PDCA – CICLO DI DEMING

Il PDCA (Plan-Do-Check-Act), più noto come ciclo di Deming, è uno strumento per il miglioramento continuo della qualità. Un modello fondamentale per promuovere una cultura della qualità basata sul miglioramento continuo dei processi.

Anche se l’origine di questo metodo molti la attribuiscono a Francis Bacon (1620) fu Walter Shewhart, noto anche come il padre del controllo statistico della qualità, che nel 1920 introdusse la fase ‘Act’ alle prime 3 previste nel “metodo baconiano”.
Ma a renderlo popolare è stato un allievo di Shewhart, William Edwards Deming – uno degli artefici del TQM (Total Quality Management) – che nel 1986 cambiò il PDCA in PDSA, sostituendo la fase di Check con la fase di Study.
Il principio fondamentale su cui si basano il PDCA e il PDSA è l’iterazione. Una sequenza logica di 4 fasi ripetitive il cui scopo è testare sistematicamente possibili soluzioni, valutare i risultati, e mettere in atto quelli che hanno dimostrato di funzionare.
Infatti il modello è concepito per essere utilizzato in modo dinamico, le 4 fasi si ripetono ciclicamente e il completamento di una fase coincide con l’inizio della successiva.
La stessa metodologia di Project Management (con i suoi processi di pianificazione, esecuzione, monitoraggio e controllo) costituisce un’applicazione strutturata del metodo alla gestione di un progetto.

LE FASI DEL MODELLO PDCA
L’utilizzo del modello è ampio, va dalla realizzazione dei deliverable ai processi di progetto e dunque può essere utilizzato per guidare sia interi progetti sia specifiche iniziative. Un caso più evidente che meglio contestualizza l’utilizzo del modello  riguarda la creazione di un prodotto, in cui: si pianifica la realizzazione (Plan), si esegue il lavoro (Do), ci sono dei controlli (Check), viene perfezionato o completato il prodotto (Act).

La fase Plan
La fase Plan consiste nella definizione di ciò che deve essere fatto per migliorare un processo o risolvere un problema. Tra le attività previste ci sono:
– selezionare il problema o il processo e descriverlo chiaramente;
– analizzare lo scenario in cui si opera in modo da valutare le differenze rispetto alla soluzione attesa;
– definizione dei risultati attesi (obiettivi ottenibili in termini di tempi, costi e qualità);
– determinare e pianificare le azioni da svolgere;
– definizione delle responsabilità per la fase di attuazione

La fase Do
Durante questa fase del PDCA vengono attuate le soluzioni ed i piani definiti in fase di pianificazione. Tra le attività previste ci sono:
– eseguire il lavoro, i responsabili individuati mettono in pratica le azioni previste;
– viene registrato il lavoro svolto con i risultati ottenuti;
– viene verificata l’adeguatezza delle soluzioni adottate rispetto agli obiettivi attesi;
– vengono attivate le eventuali azioni correttive.

La fase Check
In questa fase vi è una verifica della conformità del risultato con quanto programmato. Tra le attività previste ci sono:
– verificare se quanto pianificato è stato realizzato;
– valutare gli indicatori economici:
– confrontare gli indicatori di processo prima e dopo l’applicazione delle modifiche.

La fase Act
Vi è una verifica sull’esito della fase precedente. Se il controllo risulta negativo occorre ritornare alla fase di pianificazione o valutare azioni correttive. Se invece il controllo risulta positivo viene consolidato il lavoro e vengono standardizzate eventuali contromisure.

Di questo argomento se ne parlerà ampiamente nei nostri corsi di formazione.


VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SUI NOSTRI CORSI DI FORMAZIONE ?

CONTATTACI

TI INDICHEREMO LA MIGLIORE SOLUZIONE FORMATIVA ALLE TUE ESIGENZE

Nome *

Cognome *

E-mail*

Tel.*

Messaggio*

 Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa privacy

Leggi l'informativa in materia di privacy

Comments(0)

    Leave a Comment