Loading...
Menu

ISO 45001 – L’EVOLUZIONE DELLA OHSAS 18001

Home / Primo Piano / ISO 45001 – L’EVOLUZIONE DELLA OHSAS 18001

ISO 45001 – L’EVOLUZIONE DELLA BS OHSAS 18001

Lo scorso 12 marzo è stata pubblicata la ISO 45001:2018, la prima norma ISO per certificare i Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul lavoro (SGSS).
Fino ad ora l’unico standard che ha definito i requisiti di un SGSS è stata la norma British Standard OHSAS 18001. La 45001 è la risposta ISO alla BS 18001.
Quindi la norma ISO 45001:2018 sostituirà l’attuale OHSAS 18001:2007 che dal 12 marzo 2021 non sarà più valida e tutti i certificati BS OHSAS 18001 dovranno essere aggiornati entro un periodo di transizione di 3 anni.
Inoltre, a partire dal 12 marzo 2020, gli audit di certificazione di sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro potranno essere eseguiti solo secondo i requisiti della norma ISO 45001:2018.
La ISO 45001 – recepita dall’UNI come norma italiana UNI ISO 45001:2018 – è applicabile a tutte le organizzazioni, di qualsiasi dimensione e tipologia, che vogliano stabilire, implementare e mantenere un sistema di gestione H&S (Health and Safety) per migliorare la salute e sicurezza sul lavoro, eliminare i pericoli e ridurre al minimo i rischi a cui i lavoratori sono esposti nello svolgimento delle proprie attività.

COSA CAMBIA CON LA ISO 45001

A livello generale lo scopo del nuovo Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza rimane invariato; infatti la norma ha lo scopo di implementare un sistema che possa:
– aiutare le organizzazioni a prevenire e ridurre il rischio di infortuni dei lavoratori e malattie professionali;
– essere integrato nei processi dell’organizzazione;
– fornire un quadro per il miglioramento continuo delle prestazioni in termini di salute e sicurezza sul lavoro.
Come avvenuto per le altre norme ISO il principale cambiamento è nella struttura della Norma; infatti la 45001 utilizza la struttura di alto livello HLS (High Level Structure) comune a tutti i nuovi standard ISO (ISO 9001:2015, ISO 14001:2015) allo scopo di favorire una facile l’integrazione con gli altri sistemi.

LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL NUOVO TESTO RIGUARDANO I SEGUENTI PUNTI

Contesto dell’organizzazione. L’organizzazione deve analizzare tutti gli aspetti interni ed esterni del contesto in cui  opera. Dovranno essere prese attentamente in considerazione le condizioni dei lavoratori esterni che lavorano per l’azienda e le condizioni all’interno dell’organizzazione dei fornitori esterni.
Leadership e responsabilità La nuova norma assegna un maggiore ruolo al top management. Si afferma che il successo del sistema dipende dall’impegno e dal coinvolgimento di tutti i livelli e di tutte le funzioni dell’organizzazione. Il top management deve dimostrare leadership e impegno nella gestione della salute e della sicurezza sul lavoro di tutti i lavoratori. Alla direzione è dunque richiesta una partecipazione attenta, attiva e consapevole.
Pianificazione del sistema. Un’altra novità risiede nel fatto che l’organizzazione deve identificare e definire le opportunità di miglioramento della salute e della sicurezza sul lavoro in un processo a sé stante. Le aziende dovranno introdurre un processo per identificare le opportunità per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro. Queste opportunità potrebbero nascere ad esempio da cambiamenti organizzativi o da un adeguamento delle condizioni di lavoro ai bisogni dei dipendenti.

CONCLUSIONI

I cambiamenti introdotti con la nuova norma, quali: la nuova struttura che consente di realizzare un vero sistema di gestione integrato, l’analisi del contesto aziendale e l’orientamento al risk management contribuiscono alla realizzazione di un modello di gestione che migliora in modo significativo le prestazioni aziendali, e lo rendono un vero e proprio strumento strategico di governance.


VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI ?

CONTATTACI

VERIFICHEREMO INSIEME COME POSSIAMO SUPPORTARTI.

Nome *

Cognome *

E-mail*

Tel.*

Messaggio*

 Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa privacy

Leggi l'informativa in materia di privacy

Comments(0)

    Leave a Comment