Loading...
Menu

DECRETO 231 : FUNZIONI E POTERI DELL’ORGANISMO DI VIGILANZA

Home / Concetti di base / DECRETO 231 : FUNZIONI E POTERI DELL’ORGANISMO DI VIGILANZA

FUNZIONI E POTERI DELL’ORGANISMO DI VIGILANZA NEL SISTEMA 231.DECRETO 231

In un precedente post abbiamo trattato la composizione e i requisiti dell’organismo di vigilanza previsto dal Decreto Legislativo n. 231/2001. A questo punto può risultare utile introdurre le funzioni e i poteri dell’Organismo di Vigilanza (Organismo, OdV) all’interno dell’Ente (Azienda, Impresa).
—————–
La funzione principale dell’OdV è quella di vigilanza continuativa sulla funzionalità del Modello (MOG) adottato dall’Azienda, curandone l’applicazione, la corretta esecuzione e i necessari aggiornamenti.
Oggetto di queste attività, da parte dell’Organismo, è il Modello in ogni sua esplicitazione. Quindi all’Organismo di Vigilanza è affidato l’incarico di: vigilare sull’osservanza del Modello e del Codice Etico – verificandone il rispetto, da parte di tutti i destinatari, delle procedure contenute nel MOG e delle norme e principi del Codice Etico; vigilare sull’efficacia e sull’adeguatezza del Modello in relazione all’effettiva capacità di prevenire la commissione dei reati; curare l’aggiornamento del Modello, in presenza di qualunque elemento in grado di determinare la necessità di correttivi.
In particolare, la necessità di apportare degli aggiornamenti ad un Modello dipende da una molteplicità di elementi tra cui possiamo citare a titolo di esempio:
—————–
– violazioni delle prescrizioni stabilite;
– significative modifiche dell’assetto interno aziendale o delle modalità di svolgimento dell’attività;
– inefficienza del sistema dei flussi informativi;
– modifiche a livello normativo riguardanti il catalogo dei reati presupposto;
– adozione di sistemi di gestione di varia natura.
—————–
L’OdV al fine di poter compiere adeguatamente ed efficacemente l’attività di vigilanza può avvalersi dell’ausilio e del supporto del personale dipendente, di consulenti esterni con specifiche competenze professionali, per svolgere operazioni necessarie alla funzione di vigilanza attribuita; può accedere liberamente a tutte le aree aziendali e può accedere a tutte le informazioni riguardanti le attività sensibili dell’Azienda; può chiedere informazioni e l’esibizione di documenti in merito alle attività sensibili, a tutto il personale dipendente dell’Azienda, agli amministratori, al collegio sindacale; può svolgere o provvedere a far svolgere attività ispettive periodiche e avrà un budget adeguato che potrà utilizzare per ogni esigenza necessaria al corretto svolgimento dei suoi compiti.

Inoltre per svolgere le sue funzioni l’OdV si coordina con gli altri organi aziendali, in particolare con il responsabile del personale relativamente alla formazione del personale sul Decreto 231; con le funzioni aziendali che svolgono attività a rischio, per gli aspetti relativi all’attuazione delle procedure operative; con le funzioni di controllo, per l’esecuzione di verifiche ispettive; con i responsabili dei rapporti con clienti e fornitori per la predisposizione delle clausole contrattuali che regolano l’applicazione del Modello ai soggetti esterni all’Azienda.
—————–
Il funzionamento dell’Organismo è disciplinato da un Regolamento Interno di cui l’OdV ne dà comunicazione al Consiglio di Amministrazione. Nel Regolamento sono inoltre specificate le modalità di conservazione ed archiviazione di ogni informazione e segnalazione ricevute.

DECRETO 231

Vector Illustration by Vecteezy

Leggi anche


VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SU COME SVILUPPARE UN MODELLO 231 ?

CONTATTACI

Per un preventivo gratuito o per parlare con uno dei nostri consulenti

SAREMO LIETI DI INCONTRARTI

Nome *

Cognome *

E-mail*

Tel.*

Messaggio*

 Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa privacy

Leggi l'informativa in materia di privacy

Comments(0)

    Leave a Comment