Loading...
Menu

Modello Organizzativo 231

Home / Consulenza Aziendale  / Modello Organizzativo 231

METODOLOGIA DI INTERVENTO

Adottando un Modello Organizzativo 231 studi professionali e grandi imprese possono evitare sanzioni di natura pecuniaria ed interdittiva. Ma un modello organizzativo per poter compiere la sua efficacia preventiva va realizzato tenendo presente la realtà dell’impresa in cui va applicato.
I modelli generici costruiti senza alcun confronto con la concreta realtà aziendale sono inefficaci sia a prevenire i reati sia a rappresentare l’esimente prevista dall’art. 6 del D. Lgs. 231/01.
Per realizzare un adeguato Modello occorre eseguire una attenta analisi dei processi aziendali, e solo al termine di tale studio può essere redatto un Modello Organizzativo che, pertanto, non è uno strumento aziendale a sé stante deve essere integrato nel più generale sistema di controllo interno e deve interagire con gli altri sistemi di gestione esistenti in azienda, quali : sistema di gestione qualità (ISO 9001), sistema gestione ambientale, (ISO 14001/ EMAS), di responsabilità sociale (SA 8000 o SCR), sistema di controllo e gestione sicurezza (OHSAS 18001), il sistema Privacy (D. Lgs. 196/2003) e altri.
Per sviluppare idonei Modelli Organizzativi è dunque necessaria una preventiva attività di rilevazione e mappatura dell’esistente, uno specifico check-up aziendale da realizzare con: questionari di autovalutazione, interviste mirate, acquisizione della documentazione specifica ed analisi della stessa insieme con le funzioni aziendali interessate.
L’intervento consulenziale che proponiamo è volto a soddisfare il principio di personalizzazione del modello. Eseguiamo un’indagine sulla struttura organizzativa e di business dell’azienda per offrire un supporto adeguato ad imprenditori e manager nel processo di realizzazione e adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo.


Per introdurre un sistema efficace nella vostra organizzazione
la Quadrologico svolge le seguenti attività.

Raccolta ed analisi documentale. Definizione della Governance Aziendale.

Mappare i processi e le aree aziendali maggiormente a rischio.

Rilevare e valutare l’efficacia delle procedure e delle prassi operative aziendali.

Identificare i rischi potenziali e aggiornare il sistema di prevenzione per ridurre ad un livello accettabile i rischi identificati.

Supporto alla Direzione nell’individuazione delle figure più idonee a costituire un Organismo di Vigilanza

Formazione del personale per una corretta conoscenza e divulgazione delle regole di condotta contenute nel Modello Organizzativo.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI SU COME SVILUPPARE UN MODELLO 231 ?

CONTATTACI

Per parlare con uno dei nostri consulenti

SAREMO LIETI DI INCONTRARTI

Azienda *

Nome e Cognome *

E-mail*

Tel.*

Oggetto*

Messaggio*

 Accetta i termini e le condizioni

Leggi i termini e le condizioni